Lo screening del capello con l’hair profiler Pantene

Spessore: 81. Livello di danneggiamento: 54%. Linea consigliata: colore. Ecco a voi le misure ufficiali dello stato di salute del mio capello, che da anni sottopongo a stress fisici, chimici e raggi Uva con frequenti brushing, colorazioni ed esposizioni solari estreme. Se nei prossimi mesi nel vostro punto vendita beauty scorgerete un dispositivo in tutto e per tutto somigliante a uno scanner, vi consiglio di cogliere al volo l’occasione: Pantene vi offre l’opportunità di effettuare gratuitamente uno screening con un modernissimo hair profiler. In pochi minuti un addetto del marchio numero uno nel mondo nell’hair style farà alle vostre chiome una sorta di ‘fotografia’ per poi valutare a video, con l’aiuto di un computer, il grado di danneggiamento a cui l’avete sottoposto. Se, come nel mio caso, il livello fosse un po’ elevato (ed è pressoché inevitabile se lo sottoponete a colorazioni, permanenti e stirature) niente panico: il trattamento più indicato per restituirgli un aspetto visibilmente sano vi sarà consigliato in loco in base alla vostra tipologia di capelli: fini, normali-spessi o colorati. E magari potrete scegliere la linea Ripara&Protegge di cui è testimonial Elisabetta Canalis, o la linea per capelli fini Aqua Light che, come ho avuto modo di raccontarvi in anteprima qualche mese fa, ha il volto bellissimo di Vittoria Puccini.
Daniela, responsabile comunicazione scientifica di Pantene, effettua lo screening

Articoli simili

Lascia un tuo commento