Mariluna Freesize, una bella collezione femminile

 

Marilù è un’azienda emiliana che nasce nel 1994 nel distretto bolognese del Centergross. L’idea di Vanna e Vittorio Jacomelli, che sono i fondatori, è quella di vestire una donna reale in modo accattivante per venire incontro a questa richiesta di mercato. Con una collezione femminile e morbida capace di vestire diverse taglie, dalla 44 alla 54 nasce la linea Mariluna Freesize che inizialmente era composta solo da capi in lino. Visto il successo della collezione, i titolari hanno sviluppato anche una collezione invernale, sempre con tessuti naturali e nel fra tempo la collezione è diventata un vero e proprio total look composto dalla maglieria, pantaloni, abiti, camicie, capi spalla e tanti accessori. Tessuti naturali, stampe esclusive e pizzi rendono i capi delle collezioni femminili,  personali e facili da indossare. Oggigiorno Emanuela Jacomelli è la responsabile dello stile, mentre Maurizio Toni si occupa del marketing dell’azienda. La bellezza non è certo legata a una taglia,  questa filosofia viene interpretata bene nelle collezioni di Mariluna Freesize che vestono donne di tutte le età in modo femminile, giovane e personale. Quest’estate vediamo un esplosione di colori pastello.  Guardate le modelle della foto del calendario come si sentono belle, in piena libertà con questi abiti un pò boho-chic. Mariluna Freesize vuole proprio trasmettere questo benessere nelle persone che indossano la collezione che è estrosa, di forte impatto,  di qualità e inoltre un vero “ made in Italy” . Dall’anno scorso hanno aperto il nuovo showroom luminoso ed elegante che invoglia i clienti internazionali ad entrare per acquistare le novità esposte. Al estero specialmente in Russia questa collezione piace da morire, ma anche in Italia si trova nei negozi curvy selezionati. Con due collezioni all’anno più delle uscite settimanali i clienti trovano sempre delle novità.  Se volete saperne di più,  date un occhiata al sito  www.marilunafreesize.it

Articoli simili

Lascia un tuo commento