The Woolmark Company esordisce nel mondo del design per la casa

Julia folding chair – chaise lounge di Brunno Jahara (Jahara Studio) e Garden wall – giardino verticale 100 % lana di Hasse

Felt shoes – scarpe in feltro di lana firmate da Adam Goodrum
Ha scelto questa edizione del Salone del Mobile, o meglio del Fuori Salone, per esordire nel mondo dell’arredamento e del design The Woolmark Company – marchio di fibre tessili di proprietà di Australian Wool Innovation (AWI, azienda no profit a sua volta di proprietà di oltre 29.000 allevatori di pecore), nato nel 1964. Con The Wool Lab Interiors, evento realizzato dal 9 al 13 aprile in via San Gregorio 39 presso “Wallpaper*Handmade at Leclettico”, in collaborazione con la rivista Wallpaper* Magazine, The Woolmark Company ha presentato una serie di installazioni in lana Merino messe a punto da otto designer internazionali chiamati a interpretare in esclusiva i cinque temi individuati per rappresentare le tendenze del momento.
Felt lights – lampade di Snarkitecture

Butler n 4 – separè di Ron Gila. Tutte le opere sono state realizzate in lana 100%

Lascia un tuo commento

  • ciao, mi è sempre piaciuta l’idea del giardino verticale, credo che sia un idea già utilizzata da altri designer ma mai concepita 100% lana 😀

  • Ciao Indigo, anche a me piace molto il giardino verticale. Effettivamente ormai non è più una novità ma questa versione in lana – che come hai ben detto tu è la prima nel suo genere – è sicuramente curiosa anche se forse poco pratica. A presto e continua a seguirci!