Felicità è fare sempre quello che ti piace, parola di Elisabetta Armellin

 

“Segui i tuoi sogni, fai quello che veramente ti piace. Solo così sarai davvero felice”: questo è il mantra che da sempre accompagna Elisabetta Armellin, designer con laurea all’Accademia di Belle Arti a Venezia e master in design della calzatura al Polimoda di Firenze. “Me lo ripete sempre mio padre – racconta – e io l’ho fatto mio perché lo condivido pienamente”. Bella donna dalle forme morbide, solare e piena di entusiasmo, poco più di un anno fa ha avuto un’idea veramente geniale nella sua semplicità. Il progetto si chiama V°73 e consta di un unico modello di borsa, una shopping in canvas, con dettagli in vacchetta e accessori in metallo, sulla quale è impressa l’immagine di un’icona del lusso, l’inarrivabile, almeno per molte di noi, Birkin di Hermès. 
Il risultato è una sorta di trompe l’oeil che fa risaltare la stampa con un effetto quasi tridimensionale. L’interno è dotato di tasche in una delle quali trova posto una mantellina trasparente in pvc, per proteggere la borsa in caso di pioggia. Il prezzo è abbastanza democratico e la citazione più che un “vorrei ma non posso” vuole essere un omaggio a una pietra miliare della moda. Il successo, arrivato grazie al passa parola e senza investimenti pubblicitari milionari, è stato immediato ed esplosivo e V°73 è stata eletta itbag2012 da quotidiani e riviste femminili. E non si è trattato di un fenomeno spot, di un fuoco di paglia: la collezione prosegue nel suo cammino e a ogni stagione propone lo stesso modello declinato in decine di varianti di stampe e colori sempre diversi. Per questa estate è arrivata la versione in pvcfluo trasparente profilata in cuoio mentre per il prossimo inverno oltre a quella in cavallino, in jacquard e velluto dévoré, saranno disponibili anche un modello più capiente e maschile e una clutch con tracolla a catena. Prodotto perfetto in tempi di crisi, la sua fortuna non accenna a diminuire. Elisabetta ha anche creato un blogBetty’sbag, dove condivide con le sue estimatrici tutto ciò che riguarda la collezione, novità, eventi, iniziative speciali. Ma l’aspetto che ci piace di più è che, oltre ad aver scelto uno staff tutto al femminile, Elisabetta ha deciso di devolvere parte del prezzo d’acquisto di ogni pezzo venduto alla LILT, Lega Italiana Lotta Tumori, Sezione di Treviso per il progetto StellaPolare a sostegno delle giovani donne operate al seno. Questa non è ovviamente l’unica attività della vulcanica designer: dirige anche uno studio di stile e creatività, E-CODEesign, che offre consulenze a 360 gradi nel campo del design per calzature e accessori. Ma questa è un’altra storia.

La V°73, tanti colori per la versione base estiva della borsa ideata da Elisabbetta Armellin
In questa immagine e sotto: alcuni modelli V°73 per il prossimo autunno/inverno
La versione più capiente per “lui” o da viaggio, un’altra anticipazione delle proposte V°73 per il prossimo autunno/inverno
La clutch con tracolla, una new entry

Articoli simili

Lascia un tuo commento