Una letterina… per dare il via al cambiamento

Quante volte da piccoli abbiamo scritto a Babbo Natale, un’usanza ancora in voga in molti dei nostri bambini. Quest’anno chiederei anche ai grandi di scrivere una bella letterina! È stato un anno molto difficile, caratterizzato dalla crisi e da tutte le conseguenze che questa ha portato. Albert Einstein nel 1931 scriveva: “Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose. La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, perché essa porta progressi. La creatività nasce dall’angoscia come il giorno nasce dalla notte oscura. È nella crisi che sorge l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi supera sé stesso senza essere superato”.


Come nel 1931 la crisi è stata superata, anche noi possiamo superarla, possiamo oltrepassare la nostra personale crisi, piccola o grande che sia. Quest’anno vorrei che ognuno di noi scrivesse la sua lettera a Babbo Natale riflettendo sul periodo passato e proponendosi nuovi obiettivi per il futuro. Solo grazie a propositi ben chiari possiamo impegnarci per inseguire nuovi obiettivi e raggiungerli, senza creatività e inventiva, come ha ben scritto Einstein, resteremo fermi sempre nello stesso punto.
Questo mese di dicembre è molto significativo, va a chiudere un periodo faticoso per aprire le porte al nuovo 2014. Riflettiamo su ciò che vogliamo raggiungere e impegniamoci per farlo, solo così avremo un nuovo grande anno di soddisfazioni.
Buona letterina per Babbo Natale a tutti!

Doc Monica
www.monicapirola.com

Articoli simili

Lascia un tuo commento