Lily di Marco, una donna creativa di talento

 

Oggi desidero farvi conoscere Lily di Marco, una donna colombiana con una grande passione per la fotografia e l’arte. Lei sta realizzando un progetto importante con molte modelle del calendario e altre conosciute al casting per realizzare attraverso le sue fotografie delle opere d’arte di varie epoche. Visto che è un progetto autoprodotto e finanziato, un vero omaggio alla bellezza naturale, va sostenuto non solo a livello comunicativo, ma anche finanziario ! Ecco la nostra Lily di Marco

1. Chi siete e  cosa fate nella vita  ?
Mi chiamo Lily di Marco  e sono nata a Bogotà  in Colombia, da un padre italiano e una madre colombiana. Ho 44 anni e porto una taglia 46/48.  Vivo a Pisa in Toscana da 25 anni, dove lavoro  in un ente pubblico in amministrazione dal 2002, mentre nel tempo libero mi occupo della mia più grande passione ed è anche uno sfogo creativo, la fotografia  ( ritratti, fine art e artistica) da più di dieci anni.
2. Avete sofferto nella vostra vita per essere discriminate a causa del vostro peso o avete subito delle violenze di altro genere ?
2. Si, sono stata discriminata o rifiutata spesso per il mio peso o la mia provenienza, sono stata vittima di giudizi in giovane età che mi hanno condizionato molto nel mio approccio con gli altri. Ho iniziato a nascondermi da giovanissima in abiti molto austeri e sempre neri, sentendomi a disagio per paura di essere giudicata troppo appariscente per le mie forme (che mi guardavo di coprire bene) Anche se ero quasi peso forma mi sentivo grassa e non amata, ho subito violenze verbali proprio da chi amavo, sono arrivata ad avere problemi alimentari alternando periodi di dieta stretta a fame nervosa . Il mio sentirmi inadeguata e la paura di essere abbandonata per il mio aspetto fisico è andato avanti per anni, finché qualcosa è scattato in me e non ho iniziato ad amare me stessa così com’ero. Quindi ho iniziato a fare sport anche a livelli agonistici, questo mi ha fatto acquistare fiducia in me stessa e nelle mie risorse  e i disturbi alimentari sono spariti. Sono contraria alle diete, invece sono a favore di un’educazione alimentare giusta senza troppe restrizioni.   Quindi si può essere atletiche ed in forma con le curve .
3. Cosa vi aspettate dalla partecipazione al calendario ?
Con la partecipazione al progetto mi aspetto di portare un messaggio positivo a tutte le donne,  e anche agli uomini nella lotta contro gli stereotipi imposti da moda e dai mass media, che sono fuori dalla realtà dei fatti, poiché la maggior parte delle donne non indossano taglie 38-40 sopra tutto le donne latina/mediterranea. L’accettazione deve iniziare prima di tutto da noi stesse e così le persone vicine la percepiscono e permette agli uomini di amare senza  ne se…ne ma, non far sentire mai inadeguata la propria compagna, perché non rispetta i famosi canoni 90-60-90.
L’amore non ha età, sesso, misure. È universale!
4. Cosa vi piacerebbe fare durante l’anno il 2017 come nuove modelle/ ambasciatrici di questo progetto?
Durante il 2017 mi occuperò di promuovere e diffondere il messaggio di Beautiful curvy anche attraverso la mia attività di fotografa, con il mio progetto fotografico         ” Donne nell’arte”,  dove le protagoniste e muse delle opere fotografiche saranno donne di tutte le misure ed età , specialmente curvy perché è così che l’arte attraverso la bellezza delle forme, ha rappresentato nei secoli la bellezza femminile.

Articoli simili

Lascia un tuo commento